Ispirazioni

2 persone, 1 matrimonio… 2 date di anniversario

Oggi sono 12 anni che Fabiana mi ha sposato.

Oggi sono 15 anni, 1 mese e 10 giorni che io ho sposato Fabiana.

Ecco qui la storia delle nostre due date di anniversario.

L’antefatto.

È l’inizio d’agosto del 2005. Io e Faby stiamo assieme da poco più di tre mesi e lei è arrivata in quel di Cossato per fare le ferie assieme. Lei si sarebbe trattenuta per 3 settimane, creando così un primo test di effettiva convivenza, visto che, fino a quel momento, ci eravamo solo visti nei fine settimana in cui o io andavo a Roma o lei veniva in Piemonte.

“È Lei”.

È la mattina di un giorno del primo fine settimana di agosto. Stiamo un po’ poltrendo, un po’ parlando ed un po’ facendoci le coccole, quando Fabiana dice qualcosa che mi fa scattare un’associazione mentale con una cosa che avevo letto poco tempo prima in internet, che mi aveva fatto molto ridere ma di cui non riuscivo a ricordare esattamente il testo; mi alzo quindi al volo, dicendo a Faby di aspettare un attimo, vado al pc, cerco la cosa che avevo letto, mi rinfresco la memoria e poi mi giro per rientrare a letto… Quando mi accorgo che lei mi sta guardando malissimo.

Sorpreso da quella reazione, le chiedo che cosa ci sia che non va, al che Faby, dopo un attimo di esitazione, risponde che si è risentita per il fatto che di punto in bianco io mi ero alzato senza farle capire il perché.

A quel punto le spiego il motivo che mi aveva fatto alzare e parliamo fino a chiarire la situazione.

Finita la chiacchierata, mi rendo conto che

  1. Era la prima volta in cui uno dei due aveva avuto da dire con l’altro
  2. Era la prima volta che si discuteva tra noi per risolvere una situazione di attrito
  3. Nessuno dei due, durante la discussione, ha mai alzato la voce o aggredito l’altro con accuse
  4. Siamo riusciti a chiarirci, ed eravamo pronti a riprendere da dove avevamo lasciato.

Le chiedo quindi, se può aspettare ancora un attimo e vado nella zona giorno dell’appartamento, apro il frigo, prendo un lattina di aranciata, ne metto un po’ in un bicchiere e ritorno in camera, porgendo a Faby il bicchiere.

Lei mi guarda stupita chiedendomi “Che succede”?

Io: “Dobbiamo brindare”

Lei: “A cosa”?

Io: “Alla nostra prima discussione”

Lei: “Eh”?!?

Io: “Abbiamo discusso per la prima volta… E siamo sopravvissuti”!

Faby mi guarda un attimo e poi scoppia a ridere di gusto.

In quel preciso momento io dico a me stesso: “È Lei. È quella giusta”.

Quando ho sposato Fabiana.

Siamo alla sera del 17 agosto 2005; Io e Fabiana ci stiamo guardando un film in seconda serata, lei seduta sulla poltrona ed io a terra subito davanti alla poltrona, appoggiato alle sue gambe.

Mentre stiamo commentando il film, a un certo punto io mi giro, in modo da guardarla in faccia e inizio con una serie di domande:

Io: “Lo sai che ti amo?”

Lei: “Sì”

Io: “Lo sai che sono felice con te”?

Lei: “Sì”

Io: “Lo sai che sei la compagna che voglio nella mia vita”?

Lei: “Sì”

Io: “E tu sei felice con me”?

Lei: “Sì”.

La sera di due giorni dopo, stiamo per addormentarci, quando io le dico

“Lo sai che l’altra sera io ti ho sposata?”

La reazione di Fabiana alla domanda:

E ora… che faccio????

Oropa, 28/09/2008: il giorno dopo al matrimonio.

È mattina. Sono seduto su una panchina di Oropa, da solo, che mi sto godendo il tepore di una giornata serena di fine sttembre e sto riflettendo sul matrimonio e su quanto accaduto il giorno prima, mentre gioco col mio anello nuziale.

Ho tante cose in testa: dall’omelia di Francois iniziata dicendo “Dio aprirà una via, dove sembra non ci sia. E infatti mai mi sarei aspettato di celebrare questo matrimonio…” che ha saputo parlare a tutti i presenti, credenti o atei che fossero al “Grazie di essere la persona che sei” rimastomi in gola dopo averle detto “Grazie di esistere” alla fine dell’esecuzione di “Wind at my Back”; dallo scambio degli anelli, a Francois che mi dice “Stai entrando in una comunità, Adriano… Tranquillo, non di recupero”; dalle firme su tutti i documenti al mio pensiero “e finalmente anche tu mi hai sposato”.

All’improvviso, nel mezzo di questo flusso di coscienza, avverto comunque una differenza col giorno prima, ovvero quella che passa tra una promessa fatta in privato, tra due persone, ed una promessa fatta di fronte a tutta la tua cerchia sociale.

27/09/2020.

Torta bella e buona. 🙂

E per goderci la festa per il secondo dei due anniversari del matrimonio e la torta ce la mangiamo così.

3 risposte »

  1. Che teneri!!!
    Sono pochi gli uomini che esternano così i loro sentimenti.
    Non lo fanno perchè si sentirebbero troppo esposti…a chissà che poi…
    Felice anniversario!
    Bellissima coppia!

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...